Make your own free website on Tripod.com

Landsailers

Ecco un bel giochino per gli amanti della vela rc ma penso anche per i modellisti in genere, i LandSailers, la traduzione in italiano non gli reca giustizia, suona come "carri a vela", orrido, quindi continuo a chiamarli LS, per chi non li conosce ecco un'immagine di un LS vero:

Come per i loro fratelloni veri anche per i modelli r/c le velocità sono molto alte, vengono dichiarate robe da oltre 60km/h!

Dopo averli visti in giro su internet ci stiamo appassionando e attrezzando per la costruzione di un LS, come sempre, per la nostra filosofia, cercando soluzioni semplici e pezzi/materiali non troppo ricercati.

Iniziamo dalla base, come sono costruiti, un telaio a T con tre ruote cuscinettate da pattini a rotelle in linea (due post.) con la ruota anteriore sterzante ammortizzata comandata da un servocomando con opportuni rinvii e un albero con vela comandato da un servocomando o verricello per l'azione di cazza/lasca, abbastanza semplice per provare un'autocostruzione, poi infinite possibilità di aggiungere componenti come carene e altro, avendo tempo.

Vediamo quindi di vedere la foto di un modello americano, l'LS3 che trovate sul sito di RcLandSailing insieme a altri modelli :

Come noterete è piuttosto semplice, si vede bene il servo dello sterzo, le ruote da pattini in linea e per i velisti oltre allo strallo il sistema di sartie sullo stile delle volanti che permettono all'albero di assumere inclinazioni laterali sotto raffica, simulando lo sbandamento, per evitare la scuffia che, sull'asfalto, non è molto gradita.

La nostra idea è quella di cominciare guardando questo modello a studiarne una nostra versione da realizzare in casa e continuare testando sul campo la validità e soprattutto il divertimento offerto da questi modelli.

 

Fase I - Idee

Per ora l'unica cosa ben certa è il pattino anteriore, direi molto semplice, un problema da affrontare è lo snodo dell'albero, sto cercando idee, deve essere orientabile lateralmente, inclinato di una ventina di gradi ma soprattutto deve essere sfilabile, ma al contrario della barca a vela non stare in sede per compressione delle sartie, qui non ci sono, praticamente dovrebbe essere un sistema tipo windsurf (la vela infatti funziona con lo stesso principio) ma non avendo conoscenze per ora  non so come farlo.

Come materiali ho visto i profili a goccia in alluminio per aerei (ci fanno cabane e robe simili) per realizzare gli sbalzi posteriori dove fissare le ruote, per il telaio centrale penso di iniziare con del compensato marino o con una barra alleggerita di alluminio, sempre in alluminio realizzare le sedi degli assi delle ruote posteriori.

Come dimensioni pensavo di utilizzare le stesse dichiarate dell'LS3 con lunghezza telaio di 1 metro, larghezza (in pratica la carreggiata) di 75cm e l'albero da 1,5 metri. 

Uno schizzo di base in testa c'e' già, appena riesco a buttarlo su carta lo metto, ma chi volesse partecipare allo sviluppo dell'attrezzo è ben accolto, se riusciamo a fare qualcosa pubblicheremo i piani per potervi consentire di farvene uno e chissà che fra qualche tempo riusciamo a organizzare qualche garetta...

Fase II - Raccolta idee e materiali

Dopo un giretto nei negozi di articoli sportivi e centri commerciali ho trovato le ruote, sono quelle dei monopattini, 100mm di diametro già cuscinettate vengono vendute a coppie e hanno il diametro del perno da 8mm, le ho trovate a 17/18.000, direi che sono a posto, a parte il peso, sono circa 140g l'una (cuscinetti e boccola centrale compresi), vedremo poi se pesando sostituiranno eventuali zavorre o se saranno da "limare".

Come base dell'albero, sotto consiglio del buon Fabio Federici utilizzerò del tubo da innaffiare, quindi fissato al telaio da sotto un tondino di legno da 10mm di diametro e 3/4cm di altezza, lo uso per fissarci uno spezzone da 5/6 cm di tubo e dentro ci infilo l'albero, il tutto e' molto flessibile e dovrebbe andare bene.

Per il telaio ho diverse possibilità, per ora userò un profilato quadro di alluminio da 1x2, abbastanza economico (2x5000 al brico) e facile da lavorare, in agguato ci sono tubi in carbonio come suggerito da Tiziano che li ha usati per il suo modello, i profilati fanno 1 metro, quindi uso il metro per il telaio e per le due braccia posteriori ho fatto due assi da 45, finito verrà 90/100 di larghezza ma a tagliare c'è sempre tempo...

Il fissaggio dei mozzi è stato facile, e' bastato inserire del quadro di legno all'interno del quadro in alluminio per "tappare" le estremità e poi una volta forato il legno con l'aiuto di un dado cieco ci ho avvitato delle viti 8x70 che sono a metà autofilettanti e metà m8 per utilizzarle da asse delle ruote, il tutto all'interno dell'alluminio che di altezza fa 8 non si muove mai più.

Ora viene il bello, sospensioni posteriori, a questo punto devo fissare con qualche cerniera le due braccia al centrale e rendere elastico il tutto, per ora ho provato varie idee ma una semplice e funzionale non l'ho trovata a parte questa:

Come si vede nello schemino il blocco centrale oltre ad avere avvitato il telaio ha due cerniere e un paio di blocchi di gomma per la limitazione della corsa verso il basso e gli elastici fra le "L" per limitare e frenare la corsa in alto, sembra funzionare ma non mi convince ancora del tutto, anche se garantisce un certo coricamento laterale sfavorendo le scuffie... Si possono vedere anche i rinforzi interni in legno che irrobustiscono le estremità e gli anellini per il passaggio delle sartie volanti.

Per lo sterzo sto cercando le ruotine da pattini in linea da bimbi ma per ora a parte kit "cattivi" da gara non ho trovato nulla, essendo da bimbi, la maggior parte dei pattini sono economici, non prevedono ricambi, perche' le ruote si consumano meno di quel che cresce il bimbo, quindi e' tutta roba usa e getta a parte appunto qualche kit per bimbi in agonismo...

L'albero per ora è un tondino di legno da 10mm per 170cm, poi vedremo di limare, per il boma due occhielli fanno da giunto e si attaccano al boma in alluminio fatto con una freccia da arco (6.000 e colori a scelta) nella quale ho inserito 2 fisher uno nell'altro (6 e 4) con un po di plus e poi ci ho avvitato l'occhiello.

Per ora sono fermo qui, ho provato a montare il tutto e a parte essere poco robusto (nella zona base albero) l'alluminio scelto il resto "tiene botta", appena riesco ad avere qualche oretta libera vedo di andare avanti, rimango a caccia di un sistema di snodo posteriore che renda indipendenti le due "braccia"...

Alla prossima, con qualche foto "dell'aggeggio"...

 

Dove trovare informazioni sui modelli di landailers

http://www.rclandsailing.com/ La patria americana degli LS (vendita modelli, parti e disegni con molte info tecniche)
http://iceboats.tripod.com/ Altri bei modelli
http://www.sevenravens.com/landsailing/warpfactor.html Il Warp, splendido progetto di landsailer da fantascenza
Siti vari sui landsailers veri (1:1)
http://web.tiscalinet.it/carroavela/
http://www.charsavoile.com/lacv/index.htm
http://home.earthlink.net/~modellandyachts/
http://nalsa.org/index.htm#top
http://www.multimania.com/char56/
http://www.acdev.com/nef/char-en.htm
Se avete altri link mandateli, li aggiungo!